Tips & Tricks. NYC – 1/2

IMG_20181103_190809_resized_20181103_092945332Eccoci, è arrivato il momento di andare a letto. Voi ci sarete già da un pezzo visto che in Italia sono le due di notte! Mirko è fermo a letto per un attacco di febbre e noi andiamo a farci un pieno di carboidrati da Pasta’s Lovers per domattina. Prima facciamo un salto al Top of the Rock per guardarci New York dall’alto. Mentre andiamo verso il ristorante respiriamo l’atmosfera della città che cresce per l’evento di domattina, ma anche per il periodo così intenso che i “newyorkiani” stanno vivendo. Ieri c’è stato il Christmas Kickoff, letteralmente il calcio d’inizio del Natale e le vetrine e le strade stanno cominciando a riempirsi di addobbi natalizi, nonostante coi 20 gradi di oggi qualcuno girasse ancora in infradito! E poi ci sono le Midterms Elections, dove si eleggeranno 36 governatori sui 50 stati federali totali, oltre ai 435 deputati della Camera e a 35 su 100 del Senato. Insomma, non sono le presidenziali ma sono importanti!

Mentre aspetto di prendere sonno faccio un po’ di allenamento mentale, oltre ad aver già sistemato tutto il materiale per domattina (ah, la sveglia è alle 4,30…argh!). Proverò a trasformare in positivo tutti i lati deboli. Tipo questi:

1. E’ la mia prima maratona. –> Come dice la Serena, ognuno ha cominciato dalla prima, quindi tanto vale farla bella! E poi, comunque vada, sarà il mio record personale!

2. Non mi sono allenato abbastanza. –> A luglio nessuno avrebbe scommesso un euro sulla mia presenza qui, dopo i guai al menisco, per cui ogni allenamento fatto è un allenamento in più rispetto alle previsioni estive!

3. Sono ancora sovrappeso –> In realtà sono 12 chili meno di tre anni fa… Roma non è stata mica fatta in un giorno!

4. E se non ce la faccio? –> Ecchisenefrega! Pensa agli amici, a chi ha seguito il blog, a chi ti ha mandato un messaggio, a chi ti seguirà sulla app, a perché sei qui, a quanta passione ci hai messo… Don’t panic, run!!!

Ps. Questa sotto è una sciccheria! Il mitico Gruppo Vacanze Piemonte si è appostato al teatro davanti al nostro albergo in attesa dell’arrivo di Bruce Springsteen (è quello col giubboto grigio…). Fin qui niente di strano, onestamente. Solo che lo spazio dietro le transenne è rigorosamente riservato ai possessori del biglietto del concerto, e per lo spettacolo di ieri sera l’ultimo biglietto rimasto costava la bellezza di 3.341$!!!

IMG_20181102_184212_resized_20181103_092945988

Ah, ovviamente sono riuscite a farsi fare un autografo… 😉

 

 

Si.Può.Fare!

sipuòfare

La mezza idea di ieri è diventata un’idea intera: domani tenterò comunque di fare il personale sulla Mezza Maratona, nonostante sia più o meno al 70% della forma! Per farlo devo scendere sotto l’ora e cinquanta. Il che significa correre a 5’10” al km. Con i due mesi tribolati alle spalle sarebbe un’impresa. E ce la vogliamo lasciar scappare?

Ieri ho fatto l’ultimo allenamento al Parco del Valentino, correndo tra il Circolo Canottieri e il Villaggio Medioevale, mentre tutto intorno si stava già preparando l’arrivo per la Mezza. Ho provato le ultime scarpe, le Nimbus. Avevo un dubbio, infatti domani correrò con le vecchie ed affidabili GT. Un vero e proprio cambio gomme all’ultimo pit stop! Dovrebbe piovere (altra citazione da Frankestein Junior, en passant…) e ci dovrebbero essere una decina di gradi. Tutto sommato accettabile. Oggi l’ho dedicata al Museo Egizio, a girovagare per il centro bellissimo di Torino, fino alla Mole Antonelliana, a curiosare senza meta tra le caratteristiche vie che si snodano dai viali principali. Sto bene, e quindi ci provo!

 

La tattica è decisa. Primi sette chilometri a 5’20”. Secondi sette a 5’10”. Ultimi sette, sempre se ci arrivo, senza guardare il cronometro: l’obiettivo sarà solo quello di riprendere chi mi corre davanti, uno alla volta, senza fretta, un passo dietro l’altro, senza brusche accelerazioni. Al traguardo si vedrà quanta differenza ci sarà tra la teoria e la pratica… 😉

La sensazione, piacevole, però è una sola. Si.Può.Fare!